News

25 luglio 2020

EFFICIENZA ENERGETICA E COGENERAZIONE PER CERAMICHE PIEMME

NOTIZIE CERAMICHE PIEMME

Negli stabilimenti di Solignano Ceramiche Piemme ha scelto la tecnologia SACMI per realizzare un grande impianto di cogenerazione che, producendo corrente elettrica attraverso un’avio turbina jet alimentata a metano, consentirà di risparmiare ogni anno 6,7 milioni di metri cubi di gas e 13,2 tonnellate di CO2.
Una scelta sostenibile che sfrutta software di ultima generazione e taglia i consumi attraverso un sistema all'avanguardia per il recupero del calore contenuto nei fumi di scarico della turbina.


"Siamo davvero soddisfatti di questo investimento che ci consente di migliorare ulteriormente la nostra produttività" spiega Sergio Bondavalli CEO Ceramiche Piemme "In un momento così delicato per il nostro settore e per l'economia in generale essere all’avanguardia anche in chiave sostenibile è fondamentale per guardare al futuro con fiducia; questo intervento ci consentirà di diminuire drasticamente le emissioni di CO2 nell'atmosfera e alimentare il fabbisogno giornaliero dei nostri impianti".

Il sistema installato è progettato per gestire 53mila normal metri cubi l’ora di fumi di scarico a 500 gradi. Incanalati dalla turbina in un grosso condotto (1,7 mt diametro) lungo quasi 140 metri, i fumi vengono indirizzati ai due atomizzatori SACMI, ATM 036 e ATM 065, riducendo il fabbisogno di metano della fabbrica di 6,7 milioni di metri cubi di gas l’anno (pari a 13,2 tonnellate di CO2 in meno immesse in atmosfera).


"La peculiarità di questo impianto è la fluidodinamica con cui è stato progettato l'intero condotto in cui si incanalano i fumi dall’avio turbina jet agli atomizzatori, nonostante la sua lunghezza" spiega Stefano Orlandi, Sacmi Forni Product Manager Energy Management "A questo si aggiunge un isolamento speciale che riduce drasticamente la dispersione del calore che viene interamente incanalato negli atomizzatori e consente a Ceramiche Piemme di alimentare quasi completamente l'intero fabbisogno della fabbrica".
Ceramiche Piemme e Sacmi stanno inoltre lavorando per implementare il sistema di gestione che in futuro potrà prevedere in anticipo il fabbisogno energetico di ogni macchina, riducendo ulteriormente i consumi e di conseguenza le emissioni.

Top