Stiamo utilizzando i cookie per garantire la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. I cookie sono file memorizzati nel browser e sono utilizzati dalla maggior parte dei siti web per personalizzare l'esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il nostro sito senza modificare le impostazioni, l'utente accetta di utilizzare i cookie, sempre in forma anonima.
NEWS
Rss
08
Mar
Lo Studio Roger Stephenson Architects sceglie Piemmegres

Lo studio Roger Stephenson Architects ha ultimato una radicale ristrutturazione e l’ampliamento della Chetham’s School of Music di Manchester UK, per un valore di 36 milioni di sterline. Lo studio di Manchester ha creato un nuovo moderno edificio per le strutture d’insegnamento musicale e accademico, fornendo un ambiente all’avanguardia per i selezionati studenti. Il nuovo edificio comprende una sala concerti da 350 posti a sedere, una sala recitazione con 100 posti ed una scuola accademica con oltre cento ambienti specifici per l’insegnamento e le esercitazioni. Il nuovo sviluppo del Campus riafferma il rilievo locale della storica biblioteca del XV secolo, sia per quanto riguarda la sua architettura sia per l’opportunita’ offerta ora al pubblico di accedere liberamente ai suoi preziosi contenuti. La scuola, costituita in parte da un maniero medievale fortificato, rappresenta un elemento storico essenziale per la citta’ di Manchester. Il progetto fin dall’inizio non si e’ limitato semplicemente alla realizzazione di una nuova scuola di musica annessa ad un’antica biblioteca, ma sie e’ posto come obiettivo quello di salvaguardare un’istituzione educativa di prim’ordine per la Gran Bretagna realizzando una costruzione di spicco per l’intera Nazione. Parallelamente alla graduale rinascita che sta vivendo il centro storico di Manchester, il nuovo edificio offre un’ulteriore opportunita’ per lo sviluppo culturale della citta’, consolidandone la posizione sulla scena internazionale. La scuola sorge nelle vicinanze della Cattedrale cittadina, sulla confluenza dei fiumi Irwell e Irk (oggi canali sotterranei) a pochi passi da Victoria Station e dal MEN Arena; l’area al suolo di 2800 m2 si trova a nord dell’originario campus scolastico e comprende cinque edifici raccolti intorno ad un cortile centrale dando luogo ad un’importante zona pedonale pubblica. L’edificio s’inserisce egregiamente nel contesto esistente; le sue dimensioni e l’altezza variano in piu’ punti creando un’armonica irregolarita’ che valorizza il panorama urbano. La nuova scuola, per la cui realizzazione si e’ provveduto alla demolizione di costruzioni attigue superflue, si protrae verso l’angolo settentrionale di Victoria Station allontanandosi dalla costruzione medievale e permettendo cosi’ agli edifici risalenti al 1421, di rivivere nell’ambito storico originario. Sebbene la scuola assolva ampiamente ai requisiti di fruibilita’ interna ed esterna di una moderna struttura accademica di altissimo livello, il volume del nuovo edificio e’ stato dimensionato in modo da ridurre al massimo il proprio impatto sulla biblioteca medievale. Per quanto riguarda i materiali selezionati per la costruzione, lo studio Roger Stephenson Architects ha voluto evocare generazioni passate e presenti, consentendo a ciascuna di loro di rappresentare la propria epoca. La struttura esterna, estremamente scolpita, restituisce un senso di stabilita’ nel tempo e prende forma grazie a 500.000 mattoni color cuoio realizzati a mano che rendono omaggio agli edifici della stazione vittoriana e creano uno sfondo per l’edificio amministrativo e per la biblioteca medievali in arenaria rossa. Gli interni, ampi, funzionali e proiettati al futuro, sono rivestiti con circa 3000 mq di lastre in gres porcellanato tecnico prodotto da Piemmegres, la divisione aziendale specializzata in materiali high-tech delle Industrie Ceramiche Piemme di Fiorano (MO) ITALY. Questa speciale tipologia di materiale denominata “Natural” propone caratteristiche estetiche che la rendono estremamente naturale. Simile al porfido chiaro, Natural assicura prestazioni meccaniche eccezionali per resistenza e durata, oltre ad essere in linea con i piu’ aggiornati concetti “green building”, grazie al corpo costituito al 15% da materie prime riciclate ed alla sua produzione con tecnologie ad impatto zero. Le Industrie Ceramiche Piemme sono membro storico di Confindustria Ceramica Italiana oltre che del Green Building Council of Italy e sviluppano costantemente nuovi materiali sempre focalizzati alle piu’ moderne esigenze in termini di salvaguardia ambientale. La nuova scuola si apre al piano terra con gli spazi dedicati agli spettacoli, ai quali si accede attraverso il foyer lungo Hunts Bank. Le aree destinate all’insegnamento musicale ed alle esercitazioni si trovano ai piani superiori e sono caratterizzate all’esterno da piccole finestre che sottolineano l’isolamento acustico necessario per questi spazi molto particolari. L’edificio presenta concettualmente le forme fluide degli strumenti musicali, mentre la disposizione delle finestre sull’entrata principale e laterale rievoca idealmente il pentagramma di uno spartito. Gli angoli ricurvi riflettono la natura fluida di tutta l’area edificata, con i fiumi sotterranei che scorrono al di sotto ed i veicoli che vi circolano intorno. All’interno del Campus, il chiostro del XV secolo, perfettamente restaurato, rappresenta il punto di riferimento per tutti gli ospiti della nuova scuola. Le radici di Chetham sono scolpite da secoli nei suoi antichi edifici; con la creazione di una componente nuova ed il recupero di quella storica, il progetto dello studio Roger Stephenson Architects ha fissato la storia della scuola per i secoli a venire e Piemme e’ orgogliosa di poterne far parte con i suoi materiali specifici per l’architettura rigorosamente 100% Made in Italy.  

Categorie: Eventi